venerdì 30 novembre 2012

Era un notte buia e tempestosa...(sottotitolo un premio e gli gnocchi con fontina e pancetta)




La sottoscritta, come forse ormai alcuni di voi sapranno, condivide le sue mura con due animali domestici. Uno di questi è arrivato di recente in famiglia, si fa volere bene anche se  si è subito impossessato delle proprietà del primo e unico gatto presente sino a qualche tempo fa. Questo dovrebbe rispondere al nome di Romeo (che si è capito non gli piace per niente come nome perché ci ignora ad ogni richiamo). L’altro gatto, il primo, tornato a metà novembre da un lungo soggiorno in quel del Salento, è Luna altrimenti chiamata gattocane, mansueta e docile,  adottata da me quando era ancora un palla di pelo nero , da ormai quasi 10 anni ignora di avere artigli con i quali difendersi. Va da se che i due non convivono felicemente se  Romeo detto “ coccolosofetente” stuzzica gattocane espropriata dei suoi beni. Lei si limita a  ruggire ma vi assicuro che la sente tutto il vicinato.  Per questo motivo i due vivono separati: coccolosofetente nella ex-cuccia villetta di luna sul terrazzo con servizi annessi; lei sul divano di casa dato che non c’è altra soluzione e  che piove solo da 52 ore e mezzo ( a proposito ho ordinato il kajak da decathlon!). L’altra notte un alito leggero e caldo come una piuma ha sfiorato il viso della sottoscritta che senza sapere, come, dove e perché, è saltata un buon paio di cm dal letto prima di realizzare che gattocane la  guardava perplessa ed esprimeva il suo disappunto per tanto baccano con un miagolio tenue e insistente. Inutile dirvi che nè le luci da festa patronale della stanza, ne l’acuto a mò di Ricciarelli hanno scosso minimamente  il sonno del resto della  Patatenovelle family  generando non pochi e confortanti  dubbi nella sottoscritta. Una volta ripreso possesso delle sue facoltà, la malcapitata ha seguito gattocane  sino alla ciotola, piena peraltro, e poi, solo dopo un quarto d’ora di ciondolamento e congelamento ha accompagnato l’amica pelosa  alla porta finestra in un barlume di lucidità: era alla ricerca della toilette felina.. Tutto questo più o meno alle ore 2,45 del mattino con diluvio universale in corso. 
La morale di questa novella è: se avete anche voi dei gattocani come il mio (ma anche no! J ) spendete una manciata di euro per l’acquisto di una toilette felina poco ingombrante e molto pratica  ma fatelo prima, molto prima di  una notte buia e tempestosa.



Oggi posto anche  il graditissimo  premio ricevuto dalla cara Emma 
Le regole sono semplici ed è  l'occasione per esprimere un pensiero in più verso la vostra scelta. Menzionate la fonte e giratelo ad altre 5 bloggers che abbiano meno di 200 followers. Questo è un modo come un altro per conoscere nuovi amici e amiche!




I piattini di Drilli, perché non si perde mai di animo e continua allegramente a foodbloggare

La libreria di Valentina, perché è nata da poco e vuole condividere amici con gli stessi interessi

E il basilico di Eleonora per la profondità dei suoi pensieri e perché nessuno di noi può farne a meno (è basilico del resto!)

Fabiola de La deliziosa signorina effe le cui foto e set  incantano

Un ciclone in cucina di Marisa perché ha la capacità di comunicare tutto in modo semplice e diretto

Grazie ragazze per avermi accolta, ma grazie a Emma che ho avuto sempre il piacere di seguire anche da lontano e in silenzio

Cosa vi occorre per la ricetta:

semolino 350 gr
burro 160 gr
Parmigiano REggiano 60 gr.
latte 1,5 lt.
fontina 70 gr.
tuorli 3
sale
di pancetta a dadini anche affumicata 150 gr.


Come procedere:
Scaldata il latte in una casseruola , unite il sale e 1 dadino di burro.Portate a bollore. Versate a pioggia il semolino continuando a mescoalre con un cucchiaio di legno o una frusta a mano. Proseguite la cottura a fuoco dolce continuando a mescolare per non formare grumi. Grattuggiate intanto il parmigiano. Togliete dal fuoco e aggiungete i tuorli e il Parmigiano, mescoalte.Bagnate una teglia e rivestitela con della carta forno bagnata e strizzata. Versate il semolino preparato con a uno spessore di 1/2 centimetro con l'aiuto di una spatola. Io ho usato il dorso del cucchiaio. Lasciate raffreddare completamente. Ritagliate dei dischi con il bicchiere . Grattuggiate la fontinaa scaglie con la mandolina e mettete in forno già caldo a 200 gradi. Cospargete i dischi di fontina e di cubetti di pancetta. Sfornate non appena la fontina si sarà sciolta e la pancetta bruschettata.





39 commenti:

  1. Sono stata attratta dalla visione dei tuoi gnocchi e mi sono ritrovata a leggere dei tuoi simpatici amici pelosetti ;-)
    Ma sai che anch'io avevo un micione di nome Romeo (er meglio del Colosseo) è stato con noi per 18 anni ed è stato il mio primo amore :-)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria...dalle mie parti è facile trovare gatti che si chiamino cosi. Mio figlio ha omaggiato gli aristogatti. Grazie per essere passata.
      a presto

      Elimina
  2. :D ah aha! ora devo proprio impegnarmi a scrivere un post al neo blog, grzie!
    e per continuare i miei logorroici commenti di ieri ho giusto un pacco di semolino in dispensa che non so perchè acquistai forse per il bel pacchettino :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. trovavo troppo divertente la vicenda per non postarla!
      a presto

      Elimina
    2. doveroso tornare a commentare una seconda volta, come ieri... perchè io non ho solo notti buie e tempestose col mio cagnolino peloso di 11 anni... sarà la vecchiaia ma ogni notte mugugna sempre più forte per svegliarmi (e lo sento solo io) perchè ha bisogno di uscire e la lettiera con lui non funziona (bisogna aprirgli la porta e aspettare che poi rientri)

      Elimina
    3. ahahaha, perchè penso ad gene wilder e al suo ululì ululà?...povero!
      grazie a presto

      Elimina
  3. Io non ho mai avuto un gatto..solo cani..ma li trovo tenerissimi...
    La visone di questi gnocchi è CELESTIALE !
    Bacio grande e buona giornata !

    RispondiElimina
  4. Sai che mi stavo proprio chiedendo quando sarebbe tornato il gatto re di casa dalla vacanza e come avrebbe preso la presenza del nuovo arrivato.... Speriamo che con il tempo si calmi... E sì, comprala una piccola e pratica lettiera girovaga notturna ;-)
    Buonissimi con la fontina (mai provati ^_^)
    Baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. male cara Dani, molto male come puoi vedere...mi chieddo se c'è speranza per un'amicizia..mah..è difficile gestirli cosi ma ci provo! speriamo senza altri notti come la scorsa!
      a presto

      Elimina
  5. Grazie Fulvia! Che bello, come sono felice, un premio per me. evviva evviva. baci grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati! E' un modo per farsi conoscere!ricordo che quando ero sola soletta tra queste pagine un premio cosi mi avrebbe fatto comodo!
      a presto

      Elimina
  6. Gentile Fulvia, se ci fossero stati i suoi gnocchi in giro nella mia cucina, alle 2.45 del mattino, nel mio bel pigiamino, me li sarei fatti fuori anche freddi :-). Dopo avrei ronfato beatamente, senza più pensieri ossessivi in testa del tipo "gnocchi gnocchi, gnocchi=falli sparire, falli sparire, falli sparire". Farò tesoro delle sue segnalazioni e della sua ricetta. Cordialmente. Ros P.S.: ma quanto sei brava!! ;-). Bacino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vabbè mo non esageriamo che alle 2,45 del mattino per quanto siano venuti buoni non so se li avrei ingurgitati...dunque , la ringrazio e aspetto di sentire sue nuove presto
      ciaooooo

      Elimina
  7. Ciao io non ho un gatto ma un cane Sally è un pincher medio e tutte le notti alle 1.30 mi sveglia perchè devo accenderle la luce che deve scendere di sotto a fare il bisogno sul pannolino perchè quando lavoravo si è abituata così è come un bambino mah!Comunque complimenti per le tue ricette che guardo tutti i giorni.FRANCA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahao , sul pannolino! E' vero però i cani più che mai sono abitudinari. grazie per essere passata e averci raccontato qualcosa di te.
      a presto
      fulvia

      Elimina
  8. Ben meritato il premio e ottima la ricetta i gnocchi di semolino li adoro non mi piacciono quelli di patate. Buona fine settimana.

    RispondiElimina
  9. @ Mary ...il gatto è un buon amico come il cane, un pò più solitario a volte e sicuramente indipendente. Anche io ho avuto cani e se mi chiedessero di scegliere non saprei davvero quale...
    @ pallina: si è vero un piccolo arricchimento che li rende più golosi
    a presto

    RispondiElimina
  10. Fulvia che carina, grazie mille davvero...sono troppo felice per il tuo pensiero GRAZIEEE!
    Lo giro ad altre così abbiamo tutti la possibilità di farci conoscere!
    Grazie amica mia...di cuore!
    un bacione grande grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Marisa sono sicura che presto faranno la fila per i commenti!
      a presto

      Elimina
  11. A me piacciono da impazzire, a mio marito purtroppo meno...ma li preparerò quanto prima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuliana, prova con questaricetta...fusse che fusse...

      Elimina
  12. Mi hai fatto proprio sorridere con il tuo racconto e dopo una giornatina come oggi mi serviva proprio :)) Non ho mai avuto nè un gatto nè un cane e ci sono momenti in cui ne sento davvero la mancanza. Ma per il tempo che riuscirei a dedicare loro forse meglio così, mi sembrerebbe di fargli un torto.
    I tuoi gnocchi sono favolosi, una gran bella rivisitazione degli gnocchi di semolino. Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  13. quanto sono ghiotti i tuoi gnocchi, tanto invitanti!!!!! Piavere di conoscerti Fulvia, mi aggiungo ai tuoi lettori... mi passi a trovare??? un abbraccio e alla prossima ricetta!

    RispondiElimina
  14. Ahahah! Gattocane mi fa morire! E il tuo racconto è troppo bello.. ahhh magari avessi un gattino.. magari.. ma tengo presente il tuo consiglio, assolutamente!! Un abbraccio, complimenti per il premio e per questi gnocchi deliziosi! Un abbraccio e .. spero buonanotte, se Romeo e gattocane desiderano :D Ahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :- )..cara Ely, sono (più o meno) come figli!
      a presto

      Elimina
  15. eccomiiii, sono arrrivata di corsa appena ho letto la mail!! scusami il ritardo ma sono fuori bologna!! grazie mille per questo splendido regalo, davvero, sonno commossa! Questo è il motivo per il quale sono sempre più contenta di aver aperto un blog, la possibilità di conoscere, anche se virtualmente, persone splendide!!
    Grazie ancora!!
    un abbraccio, Fabiola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabiola è stato un piacere e salutami la bella Bologna!

      Elimina
  16. FULVIA! GRAZIE!!!! Che FASHION che sono i tuoi gnocchetti :D :D
    Sono super veloci, ottima idea..io, ammetto, il semolino non l'ho mai usato.. devo rimediare, mi sa...allora,per quanto riguarda il premio lo prelevo al mio prossimo post...così avrà la sua GIUSTA collocazione,bacioniiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il semolino è proprio comel asfoglia, una ne pensi e cento realizzi!
      Un bacio cara
      a presto

      Elimina
  17. Che delizia... sembrano proprio delle focaccine da sgranocchiare a volontà! Irresistibili!

    RispondiElimina
  18. Fulvietta? Ci sei? Appena puoi, leggi il mio ultimo post, c'è una piccola sorpresa per te ;-). Baci

    RispondiElimina
  19. mi piacciono gli gnocchi di semolino, questa tua ricetta mi stuzzica proprio l'appetito, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. Ciao, molto belle le tue ricette.
    Mi sa che ne proverò qualcuna.

    RispondiElimina
  21. Una ricetta mooolto appetitosa!! da provare!
    Ciao ciao :-D

    RispondiElimina
  22. Ossignur che bella ricettina che vedo!!! Mi ci fionderei anche se ho appena cenato ehehehe Bacioni

    RispondiElimina
  23. ciao fulvia ero convinta di averti lasciato un commento per questi gnocchi favolosi a guardarli poi a quest'ora andrebbero giù in un sol boccone :) Rosalba

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...