mercoledì 28 novembre 2012

Una questione farinosa...e ci scappa una polenta!



Ho un problema che mi impone una scelta. 
Una volta a settimana la sottoscritta si scapicolla al super per fare la spesa. Il super non comprende però l’acquisto di frutta e verdura che di norma avviene dal Signor Luigi, il fruttarolo come si dice da queste parti. Dunque, correggo: una volta a settimana la sottoscritta si scapicolla al super e quasi sempre, in successione , dal signor Luigi. Si scapicolla perché? Perché  preferisco fare la spesa durante la settimana piuttosto che il fine per vari motivi: il sabato e la domenica non ci sono gli arrivi freschi (leggi bancone del pesce); c’è meno gente che è una meraviglia, ci si rilassa e diverte di più ( mai provato il lancio del carrello? Solo a corsia vuota eh J) ; a volte il mercoledi in particolare ci sono più offerte e non da ultimo, senza figli è di gran  lunga più gestibile. L’unico problema è l’orario perché entro una certa ora devo essere davanti al portone della scuola di mio figlio, cascasse il mondo altrimenti sarò trasformata nella " mamma perennemente in ritardo con le buste  della  spesa"  e qualche surgelato in macchina pronto a sciogliersi. Non  vi dico l’espressione di chi mi apre il portone al mio buonasera :" Ah signò che je successo?”Ma non è questo il problema.
Ultimamente a questa folle corsa della settimana, si  è aggiunto un  problema. Non riesco a tornare a casa senza aver comprato uova e farine varie. Beh se mancano, direte voi. Eh no, il punto è proprio questo: per chi ne ha memoria, sembro la Pina, la celeberrima moglie di Fantozzi innamorata del panettiere che ogni giorno si reca al forno solo per vedere l’amato a comprare, comprare pane a più non posso…Io faccio cosi ad ogni spesa. Ho tutti  i tipi di farina oramai: zero e doppio zero di varie marche; con lievito e senza, integrali, di ceci, di castagne, di farro…. Per non parlare del senza glutine. E poi ci sono quelle di mais… ne  sono convinta, in casa mia mai senza. Ecco, ho fatto outing! Mio marito è arrivato a dirmi: scegli o me o le farine. E io ? Penso che forse dovevo andare in psicoterapia come la mia amica Ros.
Sono diventata  una maniaca della corsia “ farine e conserve” e una foodblogger che non trova pace se la sua dispensa non conta confezioni colorate e un po’ mollicce per un numero inferiore a ..beh, lasciamo perdere quante... Insomma, felice di averle ma non so resistere ogni volta a questa terribile tentazione! Si guarisce? E come? Ma soprattutto,   mio marito o le farine :-)?


Cosa vi occorre
200 gr. farina di mais (anche la precotta va bene)
un paio di wurstel
riccioli di zucchina per decorare
100 gr. formaggio grana grattuggiato
una noce di burro


Come procedere
Preparate la polenta portando ad ebollizione dell'acqua salata e a bollore raggiunto , salate e versate la farina a pioggia. Mescoalte velocemente onde evitare grumi. Aggiungete una noce di burro e lasciate raffreddare un pochino. Prima che sia del tutto fredda, stendetela rapidamente in una teglia formando uno strato.A questo punto procedete come se fosse un gateau di patate e farcite con  i wurstel e il grana. Ricoprite con la restante polenta. Cospargete con formaggio e qualche ricciolo di zucchina aiutandovi con il rigalimoni e mettete a forno caldo per 10 minuti a 150 gradi.Quando sarà dorata, servite calda.


38 commenti:

  1. Hihihi mi hai fatto ridere. Mi sa che mi tocca venire in psicoterapia con te allora, ho la dispensa che fa concorrenza agli scaffali di un panettiere per quanti pacchi di farina ci sono accumulati! E vivo pure da sola!!! E’ più forte di me, se ne scovo una nuova…zac! Finisce subito nel carrello, anche se al momento non ho la più pallida idea di come usarla! Gustosissimo il tuo pasticcio di polenta. In questa piovosissima giornata ci starebbe a pennello :)

    P.S. per la domanda circa la torta di compleanno, di che tipo di torta avresti bisogno? Una di quelle classiche farcite e decorate o qualcosa di più semplice? Sulle prime non sono molto ferrata, amo più i dolci casarecci e senza troppi fronzoli. Io andrei su qualcosa al cioccolato che ai bambini piace sempre tanto, tipo una torta tenerina, dei brownies o anche una torta margherita farcita con una crema al cioccolato e decorata con confettini colorati ^_^

    RispondiElimina
  2. Grazie Federica, mi fa piacere sapere che non sono la sola "malata cronica"!
    Per la torta passo da te e ti scrivo privatamente
    a presto

    RispondiElimina
  3. Ahahah mi hai fatto ridere :D Qui purtroppo non riesco a trovare tante qualità di farina, ma a volte mi ritrovo a comprarne 2-3 pacchi... giusto per non restarne mai senza e non so più dove metterla! Mi sa che è un male comune :) Il tuo pasticcio sembra davvero ottimo, da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara, dai ...in compenso trovi tanto altro!
      grazie per esser passata

      Elimina
  4. Fulvia...grazie :-))))). Che pensiero carino...sono molto felice! Io sono disponibile ad organizzare sedute di psicoterapia a casa mia...sai che risate :-D? Finiremmo per gozzovigliare senza ritegno...ma contente!! Questa è la mia terapia!! La tua è una deliziosa versione di polenta pasticciata, da provare assolutamente! Facciamo a gara a chi ha più farine nella propria dispensa? Ti stringo forte e ti mando un bacione. P.S.: conoscerti è stato un bellissimo regalo di questo anno :-)!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok Ros, la sfida è aperta ma secondo me ci porteranno alla neuro...temo!
      grazie

      Elimina
  5. Devi sapere che a causa dei miei orari al lavoro mi è impossibile fare la spesa durante la settimana e il momento che odio di più durante il week è proprio il "momento supermercato"! Al solo pensarci mi vengono i BRIVIDI!!!! E sì che ho ridotto di molto le mie necessità perchè la spesa per la cena di ogni giorno cerco di farla in pausa pranzo... Ma non mi metto a blaterare sul miei sabati al supermercato altrimenti faccimo notte!
    Dalla tua malattia non si guarisce (al massimo è possibile che con il tempo muti l'oggetto dell'insana passione) però ci sono molti lati positivi, come questo piattino assolutamente nvitante ch sono bel felice di scopiazzarti!!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani si, la maggior parte delle persone riescono ad organizzarsi cosi...io preferisco farla in settimana con corsa annessa. Magari se ci vai ad un'orario giusto è più semplice...Grazie per essere passata
      a presto
      fulvia

      Elimina
  6. Sei simpaticissima.

    Questa polenta deve essere buonissima, devo rpovare anche io

    COmplimenti per il blog, ora ti seguo anche io

    RispondiElimina
  7. ahahah non sei sola!! anche io sono sempre alla ricerca di farina!!! questa polenta è fantasitca!! buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiola...mal comune , mezzo gaudio...grazie
      a presto

      Elimina
  8. Che buona la tua polenta, complimenti. Anche io faccio la spessa durante la settimana, ho anche gli orari giusti, vado alle 14,00 perché non c’è proprio nessuno, faccio la spesa tranquilla, non c’è coda alla casa, perfetto per una spesa settimanale. Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto è vero! Bene, siamo d'accordo chissà a non incontrarci un giorno :-)
      a presto

      Elimina
  9. Io amo la polenta con tutto il mio cuore e mi hai appena ricordato che sta sera alle otto dovrò fare la spesa dando delle testate alle signore anziane che mi spingono con il carrello nelle gambe...e mi hai anche appena ricordato che è l'unico momento che ho per farla, quindi sono disperata. Come faccio?

    RispondiElimina
  10. Ma che mi dici mai..signore anziane che spingono carrelli? Ahahaha!
    La polenta è un dono della natura..buona in tutte le salse e forme! Cosi pratice e veloce poi!
    ciao a presto

    RispondiElimina
  11. Aahahahha! Tesoro.. come ti capisco! Anche io sono una patita di uova e farine: le prime devono esserci sempre nel frigo, le altre sempre in credenza. Delle volte esco e ne compro 'per scorta', non si sa mai.. perchè non tollero poi di avere un'idea e 'restare senza'!!! :D E la spesa in settimana vogliamo mettere che goduria, rispetto al fine settimana dove la gente ti trapassa col carrello come fossi un fantasma?! Sei fortissima... veramente. E daiiii che il maritino capisce... eh si, deve capire, brava come sei! Guarda che polenta superlativa!! Complimenti, amica, sei stata fantastica!! :) Un abbraccio e un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e vai, il club delle fanatiche colpite da farinite acuta cresce...cresce ...a presto cara Ely!
      grazie
      un abbraccio

      Elimina
  12. Condivido anch'io questa passione per le farine! SOlo che io ho la brutta abitudine di non utilizzarle subito e a volte ci pensa la data di scadenza a farmele consumare per forza (a questo punto comincio a sfornare di tutto con quella farina!), ma nonostante questo si rinnovano sempre nella mia dispensa!!
    Baci
    Cristy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina
      che bello averti ospite! Si il problema poi sta nel controllare la data di scadenza..assolutamente torte e pizze entro il termine!
      a presto

      Elimina
  13. La spesa affligge anche me...
    Proprio oggi son tornata a casa con tre sacche... e senza auto non è proprio il massimo :(

    Di norma nn mi piace la polenta.. ma questa qui.. forse forse l'assaggerei :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara
      peccato non ti piaccia...è cosi versatile...perfino nei biscotti ma rispetto i gusti per carità! Grazie per essere passata
      a presto

      Elimina
  14. Io sono pericolosa quando vado a far la spesa..ho la credenza piena di tutto..pacchi e pacchi di farina, pasta e di tutto di più non resisto..ho credo 5/6 chili di farina...vengo anche io in psicoterapia !
    Questo pasticcio è favoloso ! Bacio e buona serata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MAry, ma anche tuo marito ti ha minacciata? :-) Tutte in psicoterapia dalla Ros!
      grazie
      un abbraccio

      Elimina
  15. Hahaha!! Fulvia ho ben presente la scena della Pina che fa acquisti di pane convulsi!!
    Se ti può consolare, anche io da quando ho aperto il blog, faccio acquisti di farine che prima nemmeno conoscevo...E ne ho di svariati tipi che aspettano solo di essere usati!
    Buona questa ricetta, complimenti!
    un bacione!
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehi, marisa, non ci facciamo sentire ma se dovessi scoprire di nuove...FAMMELO SAPERE!!!!!!!!!!!
      ciao a presto

      Elimina
  16. anche io... colleziono farine..... e adoro la polenta pasticciata! da oggi ti seguo con piacere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benarrivata e grazie mille
      a presto

      Elimina
  17. Ciao, passa da me , c'è una sorpressa per te. ;)
    Baci.

    RispondiElimina
  18. Questa polenta la devo assolutamente proporre a mia mamma e sono sicura le piacerà tantissimo! Ps...anche io adoro la fotografia! complimenti Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e fammi sapere che ne pensa la mamma! :-)

      Elimina
  19. ciao! non ho tempo di girovagare adesso nel tuo blog ma lo farò presto... sono quasi tre anni che ho un blog di cucina, nato nell'ignoranza dell'esistenza delle foodblogger, titolo semplice e semplici post solo per condividere le mie ricette, coi mesi ho scoperto cosa c'era in questo mondo reale e virtuale al tempo stesso e ci ho messo molto a far conoscere e seguire il mio blog... poi dopo il tuo commento sorrido intenerita e divertita perchè il secondo blog nato di nascosto con un solo post perchè non sto riuscendo ad avere il tempo di leggere libri, sta riscuotendo un veloce successo... :-) grazie mi date la carica in più per arricchire presto di post la mia libreria virtuale...
    sai anche io sono salentina anche se della provincia di Brindisi e ora vivo in veneto...
    ora devo correre, ma ripasserò presto... dico sempre quel che penso e sempre con mille parole... ciaoo!!! e complimenti sbirciando veloce mi complimento per le tue belle foto

    RispondiElimina
  20. Un piatto adatto alla stagione fredda, molto buono!

    RispondiElimina
  21. Eccomi! sono ritornata curiosa di leggere questo tuo post con la polenta... io pugliese e il mio Amore siciliano siamo in veneto e non mangiamo la polenta, non è di nostro gusto... ma come ti ho scritto prima la tua foto è bella e il piatto fotografato è invitante :-)
    bellissimo il tuo modo di scrivere, leggerò altri post e ti seguirò volentieri.
    anche noi andiamo a fare la spesa nella settimana, certo l'orario ci mette fretta, ma hai ragione, giochiamo coi carrelli ed è bello fare la spesa senza la confusione del supermercato affollato...
    ops, dici che è un sintomo delle foodbloggher quello delle farine?
    proprio nell'ultima spesa ho aggiunto alle solite confezioni di farina di riso e di kammut (per la mia intolleranza al frumento) farina di frumento per dolci, e la nuova scoperta di grano saraceno ma la cosa strana è che come ti ho scritto non amiamo la polenta ma ho cmq comprato un pacco di farina di mais... la pasticcerò per farci piacere la polenta

    RispondiElimina
  22. Ciao carissima, grazie per essere passata da me. Ma ci conosciamo? Intanto mi aggiungo ai tuoi followers, ammiro la tua pietanza che è una meraviglia (quasi un tuffo in Germania) e ti faccio i complimenti per il blog! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mac erto che ci conosciamo...:-)
      Rivedi qualche post tuo fa! Grazie a presto

      Elimina
  23. Ciao Valentina,
    e benarrivata! Sono sicura che il tuo blog presto sarà ricco di amici..
    a presto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...