lunedì 12 novembre 2012

Crema di mandarini e un Natale che non so...



Non so voi ma io quando sento nell’aria il profumo di agrumi, di  arance e mandarini particolramente,  penso subito al Natale. Sembra come se qualcuno mi sussurrasse in un orecchio: ehi Fulvia  , tra un po’ è Natale!  E poi mi dico:  orca, di già? E li mi prende  letteralmente  il panico. Panico si. Il cervello inizia ad arrovellarsi sulle mille cose da fare e preparare , su parenti e amici da visitare o del dove, cosa , come , quando organizzare e del cosa regalare , e del cosa si è fatto l'altro anno e del cosa  cucinare e del……ma chi me la fa fare?? Eh già, quest’anno mi prende cosi. Le idee ci sarebbero  anche ma lo  sento meno ecco. Mentre i negozi iniziano ad attrezzarsi e i panettoni e pandori spuntano accanto ai veri funghi di stagione, penso che potrei essere seriamente in preda allo spirito di Ebenezer Scrooge,  il personaggio di Xmas Carol di Dickensen . Che si stia impossessando di me davvero? Mmmm! Mettiamola cosi: mi sento talmente fortunata e soddisfatta di tutto quello che ho, in primis gli affetti, che come unico desiderio vorrei che Babbo Natale accontentasse  le richieste  degli altri. Giuro, solo questo. E non lo dico per buonismo tipo neo- reginetta d’America quando risponde: “Vorrei la pace nel mondo e che la guerra finisse” (bastasse dirlo!). E neanche vorrei che pensaste che gli altri anni non lo abbia desiderato. Il punto è che vedo talmente tanto bisogno di concretezza, benessere e  serenità  mai come in questo momento storico che sto vivendo che  tutto il resto ai miei occhi passa in secondo piano. Sono anche convinta che il Natale sino ad una certa età dovrebbe essere fatto di doni  solo per i bambini , dopo di che, pensierini , certamente, magari homemade, ma pensati e voluti veramente. Altro argomento poi sono le mega-iper-galattiche cene e anche pranzi: è come se nell’arco di  una settimana volessimo trangugiare tutto quello che non abbiamo fatto in un anno quando poi in ufficio spesso ci basta un ‘insalata. No, c’è qualcosa che non torna. Un conto è la convivialità, la condivisione del pasto che porta gioia approfittando delle giornate di festa che concedono ritmi più umani,  un conto il far fuori questo e quello e ancora quello perché se non lo fai a Natale, quando lo fai? Dite che esagero?Troppo austera? Forse. Ci penso un po’ e vedo come  organizzare al meglio i miei giorni dell’Avvento che non sono poi cosi lontani.



Cosa vi occorre:
6 mandarini
1 cucchiaio di semi di papavero
50 gr zucchero
1 cucchiaio di amido di mais o frumina
200 gr di mascarpone o formaggio tipo quark
2 dl di panna
Mandarini per guarnire

Cosa dovete fare:
Spremete i mandarini. Portate a ebollizione il succo di mandarino con lo zucchero. Fate cuocere a fuoco medio per ca. 5 minuti. Scioglietevi l’amido di mais o la frumina per legare il tutto.  Continuate a cuocere per ca. 1 minuto. Fate raffreddare la salsa. Sbattete in modo cremoso il mascarpone e incorporatevi poco alla volta la salsa al mandarino. Montate la panna ben ferma e incorporatela alla crema. Alla fine unite i semi di papavero. Mettete la crema in frigo per ca. 1 ora. Per servire, pelate il mandarino e decorate la crema con gli spicchi.



24 commenti:

  1. Come sei cara, Fulvia! Questa crema di mandarini è perfetta, sembra proprio fatta di neve e nuvole! :) Si, gli agrumi fanno proprio pensare al Natale.. anche se per me è un periodo che vorrei passasse subito. Quell'augurio che fai a tutti dimostra quanto sei meravigliosa e buona.. sai io che ti auguro, dal cuore? Che questa tua felicità e questa soddisfazione possa crescere ogni giorno e possa accompagnarti per tutta la vita! Spero tanto che un giorno venga a trovare anche me.. e non sei affatto austera: condivido pienamente! Io faccio sempre pranzi e cene senza esagerazioni: è lo stare insieme che dovrebbe contare, non la corsa all'imbottirsi come foche di tutto quello che non abbiamo mai mangiato, tutto in una volta!! Quindi, niente eccessi. Ti abbraccio con affetto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So di suonare come un clichè scrivendo queste parole ma non posso proprio passarci sopra, non quest'anno! Grazie a te Ely!

      Elimina
    2. Non saresti mai, mai un clichè.. perchè le cose vere, le parole sincere.. sono le cose che non passano mai di moda e andrebbero dette ancora e ancora.. per non essere mai dimenticate! Un bacione cara.. sei speciale.

      Elimina
  2. Che piacevole scoperta questa crema, mi segno subito la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E vai Giuliana, è facilissima! Spero ti piaccia!

      Elimina
  3. Fulvia , a me questa storia del natale da un sacco di tempo non mi torna.Corri,corri,regala,regala,cucina cucina,e mangia mangia.No,non ce la faccio più.Ho perso per strada lo spirito,la voglia il desiderio....e sono un pò di anni che ho ridotto i festeggiamenti e messo le bimbe in primo piano.niente più pasti pantagruelici,con sedute a tavola h24.
    E sto meglio.
    Ma mi manca una cosa.la tua crema Ecco.proprio per stare bene!bravissima!
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioa Monica mi fa piacere sapere che la pensi cosi. Saranno contente le bimbe di avere una mamma che si dedica cosi a loro! un abbraccio a presto

      Elimina
  4. Che bel post...anche io da qualche giorno mi sento serena e proiettata al Natale...vorrei tanto riuscire a vivere con serenità questi giorni e comunque anche io mi sento fortunata, e vorrei che un po' di fortuna toccasse anche agli altri.
    Meravigliosa questa crema..complimenti davvero :)
    Ti abbraccio !

    RispondiElimina
  5. Brava lo spirito del Natale è sonare agli altri. Io sono un paio di anni che vivo il Natale con un pò di angoscia, visto che "causa parenti lontani" la gestione del dove trascorrere le feste è sempre problematica...
    Al solo pensarci già mi deprimo, ed ho proprio bisogno di una bella scodella ristoratrice si questa crema :-P
    Baciiiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, lo sai che sono messa come te. Da anni e sono arrivata alla conclusione che il piacere di stare insieme deve essere posto in primo piano e se un anno tocca all'uno, la prossima occasione sarà per l'altro, cosi non si offende nessuno.

      Elimina
  6. Interessante, mai provata una crema ai mandarini.. :)

    Per quanto riguarda Natale.. la penso come te... da anni..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara
      è banale come ricetta ma approfitta dei frutti di stagione ed è fresca!
      un bacio

      Elimina
  7. un dessert goloso e profumato di agrumi, complimenti!

    RispondiElimina
  8. ma che buona e che belle queste foto!! buona giornata!!

    RispondiElimina
  9. Un dolce molto interessante, assolutamente da provare! Una vera delizia, complimenti!
    Buona giornata!
    baci

    RispondiElimina
  10. Ciao! Che bel (e buono) blog! Grazie per essere passata da me e per esserti iscritta! Ricambio volentieri!

    RispondiElimina
  11. oltre ad essere sicuramente ottima è anche molto bella da vedere.

    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina
  12. Anche a me i mandarini ricordano il Natale, mia mamma quando abitavamo ancora insieme mi faceva mettere le buccie sul termo e la casa si riempiva di quel profumo meraviglioso. Questa ricetta mi fa pensare ad un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Il Natale lo sento ancora lontano per adesso :-) Pure per me diventa un periodo di lavoro e grandi mangiate eheheh Che buona questa crema, la immagino delicata e leggera :-) Bacioni!

    RispondiElimina
  14. Ciao Fulvia, sono una news :-). Trovo meravigliosi anche i colori di questo dessert, davvero belli. Rispetto a ciò che dici, anch'io penso che le feste siano un'occasione in più per stare insieme alle persone che ami e che non si dovrebbe strafare nè a tavola, nè con i regali. Noi, da qualche anno, cerchiamo di non esagerare e ci stiamo riuscendo. L'India, quella povera, poverissima, che abbiamo visto e toccato con mano, ci ha insegnato davvero molto. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  15. Ciao Fulvia, sempre ho anmirato il tuo carattere, sempre disponibile verso il prossimo, sopratutto verso la tua vicina; la tua crema era molto buona e sopratutto delicata. Graziiiiiee

    RispondiElimina
  16. Grazie Ile e poi, diciamocela tutta, te li guadagni a modo tuo e tu sai come!
    un bacio

    RispondiElimina
  17. Ciao Fulvia eccomi qui ^_^ sono passata a trovarti anche per ringraziarti dei preziosi consigli che mi hai lasciato, sappi che questa ricetta mi piace molto e la trovo perfetta da inserire nella bacheca su Pinterest sulle Migliori ricette italiane e visto che tra un po' è Natale la trovo perfetta, spero non ti dispiaccia.
    Un abbraccio
    Sonia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...