martedì 22 maggio 2012

Vera finta torta charlotte glutenfree e alle pesche








Reduce da una di quelle fastidiosissime indisposizioni, una di quelle che ti costringono a letto e tolgono ogni appettito, sono di nuovo  qui. O meglio: qui c'è quel che resta di me.  Il cibo? Neanche a parlarne,  neanche se fosse stato Brad Pitt in persona a sussurarne  al mio orecchio. Per fortuna passa e non sono certo questi i (veri) problemi considerato quanto accadeva nel mondo, in Italia,  mentre la sottoscritta si  dannava sotto le coperte. Si è passati dal (presunto)  terrorismo al terremoto nel giro di 12 ore, dal sud al nord di questo Paese e nuovamente tanta amarezza intorno.  
In questo clima poco invitante all’ottimismo, poco festoso e poco digeribile, è capitato che qualcuno dovesse spegnere una candelina in più, nonostante tutto. Le condizioni non lo hanno permesso chiaramente  ma la  promessa per  tempi migliori andava fatta. Cosi, tornata bipede e in possesso delle mie capacità - gastriche comprese -   mi sono impegnata con questa tortina che ricorda tanto una charlotte se non fosse che proprio proprio non lo è…
Primo tentativo in assoluto di decoro, primo tentativo  con farine prive di glutine. Mi sono limitata ad un piccolo assaggio perché ad una fettina di torta non si dice mai di no.

Ingredienti
Per il pan di spagna
8 uova
1 pizzico di sale
200 grammi di farina bi aglut
200 grammi di zucchero
2-3 gocce di limone
2 tazzine di caffè

Per il ripieno
Circa 80 grammi di cioccolato fondente
(io ho utilizzato residui delle uova di cioccolata)

Per la decorazione
1-2 pesche mature (in alternativa potete usare le sciroppate)
1 conf di panna da montare
1 confezione savoiardi Schaer




Separate gli albumi dai tuorli e montateli a neve ferma con un pizzico di sale e qualche goccia di limone. Mettete da parte. Amalgamate i rossi d’uovo con lo zucchero e lentamente incorporate la farina. Una volta denso , aggiungete lentamente gli albumi e di nuovo amalgamante bene. Ponete il composto in una teglia con cerniera di circa 20 cm di diametro e infornate per 30 minuti a 180 gradi (come sempre dipende dal vostro forno!). Preparate una crema la cioccolato facendo sciogliere a bagno maria la cioccolata con un 3-4 cucchiai di panna. Una volta raffreddata, tagliate a metà, bagnate il disco sottostante  con il caffè al quale avrete aggiunto un cucchiaino di zucchero e stendete uno strato di crema al cioccolato. Ricoprite con l’altro disco e di nuovo bagnate con il caffè.
Prendete la pesca (anche due, dipende dalla grandezza) sbucciatele e tagliatele a fettine sottili disponendole a cerchio e come i petali di un fiore. Disponete i savoiardi intorno alla torta e legateli con un nastro o dello spago da forno. Se fossero troppo lunghi, tagliateli in senso orizzontale. Montate la panna e con l’aiuto di una sac-a-poche formate dei riccioli.



1 commento:

  1. Che dolce meraviglioso! E' presentato in maniera eccelsa, complimenti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...