mercoledì 10 ottobre 2012

I ricordi in un piatto: spezzatino con sugo e piselli





Per tutti noi ci sono ricordi di infanzia che non svaniranno mai. Sono immagini , colori, una parola rimasta impressa,  un gesto ricorrente di qualcuno o, ancora, un suono, un profumo. Chi mi segue sa che non amo particolarmente la carne. No, nessuna religione me lo vieta: è solo una questione di gusto, faccio un po’ di fatica a mangiarla.  Nonostante questo, la  domenica ha per me un profumo particolare . Un unico piatto: lo  spezzatino al sugo e piselli. Un piatto che ancora oggi  mi riporta indietro di anni,  quando  mia nonna ce lo preparava, la domenica appunto. Appena entravi  in casa avevi la certezza  che ci fosse, insieme alla ritualità sacrosanta del pasto che si sarebbe consumato in famiglia. Tutti insieme , nessuno escluso. Il pranzo che richiamava ogni figlio, ogni nipote, ogni parente prossimo; non importava cosa uno facesse o dove si trovasse: si doveva essere a tavola insieme, quel giorno a quell’ora. Oggi questo non si fa più, o se lo si fa sempre più raramente. Nella mia famiglia siamo soliti, il sabato, consumare un pranzo molto frugale e informale. Ma la domenica, se si è  a casa , si pranza insieme, prendendosela comoda. Gustando momenti che non ci sono concessi dalla frenesia degli impegni  della settimana. Non importa  però quanto frenetiche possano essere le nostre vite: la collettività e la ritualità aiutano a crescere ed è bello farlo intorno a un tavolo. I bambini avranno cosi i loro ricordi di infanzia legati a un profumo , a un sapore. Gli adulti , ex bambini , ritroveranno la gioia di certezze che , ahimè, vanno sparendo.


A questo proposito, seguendo il tema pranzo in famiglia e  della domenica , vi consiglio un libro che sto rivalutando molto. E’ del noto irascibile Gordon Ramsey, Il Pranzo della Domenica e altre ricette da Fword ( Guido TommasiEditore)  e propone piatti e menù tradizionali della domenica, quelli che richiedono qualche step in più. Se avete occasione, dategli un’occhiata , le spiegazioni  e le immagini sono molto semplici.

Ingredienti
400 gr di bocconcini di vitello
Mezza carota
Mezzo gambo di sedano
Mezza cipolla
200ml di vino bianco
300 gr di piselli
200 grammi di polpa di pomodoro
Sale
Olio evo

Se avete una pentola a pressione meglio, la carne si cucinerà più in fretta e resterà comunque morbida. Preparate un soffritto con carota, cipolla e sedano triturandoli finemente. Fate rosolare in una padella bassa con un paio di cucchiai di olio. Aggiungete i bocconcini di carne e insaporite aggiustando anche di sale. Sfumate la carne con il vino bianco e quando sarà più o meno asciutta aggiungete la polpa. Lasciate cuocere per circa 20-30 minuti. Aggiustate di nuovo di sale se è il caso.Aggiungete i piselli e lasciate cuocere per circa altri 10-20 minuti. Servite caldo. 






6 commenti:

  1. Un piatto che mi fa pensare al passato e alla tradizione, buonissimo!!! Baci

    RispondiElimina
  2. ma che buonoo!! con quella cremina favolosa :)!! lo proverò!!

    RispondiElimina
  3. Ma che bel blog che ho incontrato! Complimenti!!! Un bacione da una salentina in svizzera :-)

    RispondiElimina
  4. Condivido...
    Questo è un piatto di quando ero piccolo.
    Ricordi...

    RispondiElimina
  5. Lo spezzatino... vero, lo cucinava sempre mio papà!
    buona serata
    ficoeuva

    RispondiElimina
  6. .....quanto condivido........... <3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...